fa.r.m.


Lascia un commento

Comic Farm

30706209_10156039772796542_211767103445794816_o

TEATRO E COMICITA’

Due giorni di workshop con spettacolo
con FIAMMA NEGRI (tecniche teatrali) e GIUSI SALIS(scrittura)

“Tu non capisci! Quella gente aveva bisogno di ridere!” (Roger Rabbit)

Avvicinarsi alla comicità, alle sue “regole”, all’uso del corpo e all’ascolto. Perchè si può ridere di tutto, perché si può far ridere, perchè ridere fa stare bene.
L’improvvisazione, le tecniche teatrali di base, il corpo comico, il palco, il pubblico e contemporaneamente la scrittura. I vostri spunti nero su bianco! Li trasformeremo con voi in pillole comiche che andranno in scena alla fine dei due giorni.
Il workshop si rivolge a chi vuole approfondire i meccanismi del teatro comico, agli operatori sociali, a chi vuole vedere la vita da un altro punto di vista
Non è richiesta esperienza teatrale

PROGRAMMA:
SABATO 26 Maggio
h. 9:30/18:30 (con pausa pranzo)
Il corpo in gioco e il gesto emotivo
L’ascolto e l’incontro
Il tempo comico

DOMENICA 27 Maggio
h. 9:30/18:30 (con pausa pranzo)
Verifica dei testi sul palco
Messa in scena

h. 21:00
Workshop on stage
h. 22.00
“Scuola Murphy” sit-com improvvisata a cura della LiiT
(ingresso libero)

Info e prenotazioni: fabbricaraccontimemoria@gmail.com 329 845 7073

Annunci

La forza delle parole

Lascia un commento

Non è difficile, basta dare fiducia e gli strumenti necessari. A questo servono gli adulti, a questo serve la nostra esperienza. Di razzismo si parla tutti i giorni, di parole un po’ meno. Questo abbiamo fatto a S.Croce sull’Arno, prima media, scuola Banti per la “Settimana di azione contro il razzismo” organizzata dall’UNAR con la collaborazione dell’Associazione Arturo. Abbiamo dato valore alle loro parole, abbiamo trasformato in azione scenica i loro pensieri, la vita di tutti i giorni, che, alla fine, è la soluzione: dimenticare il rumore di fondo, il bla bla bla che mistifica la realtà. E divertirsi, che le relazioni fra le persone sono più semplici di quello che ci raccontano.

Funziona. Siamo persone “schive”, non scriviamo qui cosa ci hanno detto alla fine, non scriviamo i “tornate presto” , i “siete fantastiche”, “mi sono divertito taaaaaaaanto”. Non ve lo diciamo, ce lo teniamo per noi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Grazie a Il cuoio in diretta per le immagini

This gallery contains 26 photos


Lascia un commento

Eisbolé arriva a Firenze!

copertina evento affratellamento

Sabato 10 e sabato 17 febbraio, ore 21:00, al Circolo Teatro Affratellamento in via Orsini 73, dopo l’anteprima nazionale a Cascina del 15 dicembre, Eisbolé arriva a Firenze!

Eisbolé” (invasione in greco antico) è una carta geografica che parla e diventa teatro.

E’ il racconto di chi subisce le violenze di guerre e conflitti di qualsiasi natura e non è solo profugo, immigrato, povero, è una persona con progetti, desideri, affetti, emozioni, diritti.

Sul palco due donne. A Giusi Salis il compito di districare le difficili trame dei perché, un racconto quasi giornalistico che col leggero distacco dell’ironia fa vivere la mappa di Peters: le storie e i personaggi, le vittime e i carnefici, la montagna d’oro, la signora Maria, le multinazionali, casa nostra, casa loro, eventi che ai più sembrano scollegati ma che se scavi un po’ trovi che sono strettamente connessi.

Fiamma Negri interpreta tre personaggi, tre punti di vista: Nur, siriana, è una donna emancipata che ha gli strumenti per capire, Kimpa, è l’archetipo della donna africana, lo stupore di fronte ad eventi troppo grandi, e Amanda, di nazionalità indefinita, è assolutamente aderente allo stereotipo della donna d’affari senza cuore. Quelle che di scrupoli ormai non ne hanno più. Kimpa e Nur sono anche madri. Madri che sanno che i figli se ne vanno e tornano. Forse.

“EISBOLE’, INVASIONI,STRAPPI, VISIONI” 

di e con: FIAMMA NEGRI e GIUSI SALIS

musiche originali dal vivo: STEFANO BARTOLI e ALESSANDRO BERTI

tracce artistiche: LORETTO RICCI

regia: MARINO GIUSEPPE SANCHI

voci off:

Arno Peters: MARINO GIUSEPPE SANCHI

I bambini: VIOLA E GEMMA FERRARESE

Grafica: WHIPPED WORLD

GRAZIE al Circolo Teatro L’Affratellamento e a Exfila che ci hanno ospitato per le prove,

Spettacolo  realizzato grazie a:

CGIL Toscana, FONDAZIONE FINANZA ETICA, SPI CGIL Toscana, ARCI Toscana, LEGAMBIENTE Toscana, ANPI Toscana

col patrocinio del CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA

Sabato 10 Febbraio 2018, lo spettacolo sarà introdotto da:

Paola Galgani, Segretaria generale Camera del lavoro Metropolitana Firenze, Eugenio Giani, Presidente Consiglio regionale della Toscana, Maurizio Brotini, Segretario generale CGIL Toscana, Simone Siliani, Direttore Fondazione Finanza Etica, Vania Bagni, Presidente coordinamento ANPI Toscana, Fausto Ferruzza, Presidente Legambiente Toscana, Jacopo Forconi, Presidente ARCI Firenze, Alice Pistolesi, Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo

Sempre il 10 febbraio, lo spettacolo sarà  preceduto, alle ore 17:00, dalla presentazione del libro “Cemento rosso, il secolo cinese mattone dopo mattone di Giuliano Marrucci.

Intervengono con l’autore Sara Capolungo, giornalista, Francesco Maringiò, esperto di politica cinese, Sara Nocentini, Presidente Tempo Reale, Paola Galgani, Segretaria Generale CdL Metropolitana di Firenze, Maurizio Brotini, Segretario CGIL Toscana.

Info e prenotazioni: fabbricaraccontimemoria@gmail.com


Lascia un commento

25 novembre “Eisbolé dice che…” a FòriMercato

FOTO X BLOG FORIMERCATO

Grazie a FòriMercato – Rete Sociale che Sabato 25 Novembre ci ospita e sostiene la nostra raccolta fondi coerentemente con le azioni che sviluppa sul territorio: mutualismo, lezioni sociali, microcredito, assistenza psicologica e tante altre attività vicine alle persone. Tutte.

Per chi non lo ha ancora visto proietteremo il corto “Eisbolé dice che…” e faremo una piccola anteprima dello spettacolo che è in prova in questi giorni e debutterà alla Città del Teatro di Cascina il 15 dicembre.

Vi aspettiamo in via Gran Bretagna 133 a Firenze Sud, dalle 17 in poi: tombola semiseria con Cesare Bardaro, cena e alle 21.00 ci saremo noi!

Potete sostenere il nostro lavoro anche facendo una piccola donazione a Fa.R.M. c/o Banca Popolare Etica (Sportello virtuale Banca Credito Cooperativo del Nord Est)
IBAN IT 27 D 03599 01899 050188536796 causale: donazione.

 


Lascia un commento

Dice che… Eisbolé ha bisogno di voi!

Ed ecco finalmente online il corto “Eisbolé dice che…” prodotto con la collaborazione dei nostri partner.

Ora dobbiamo produrre lo spettacolo e, il prossimo anno, il docufilm.

Per fare tutto questo abbiamo bisogno di voi!

Come potete aiutarci? Facendo una piccola donazione a Fa.R.M. c/o Banca Popolare Etica (Sportello virtuale Banca Credito Cooperativo del Nord Est)
IBAN IT 27 D 03599 01899 050188536796 causale: donazione.
DICE CHE… GRAZIE!

Per saperne di più http://www.eisbole.it/

E ora buona visione!


Lascia un commento

Eisbolé dice che… a Festambiente

SAVE THE DATE_7 b

Il cortometraggio del progetto arriva “sul pallone con il botto del cannone”.

Le nostre Riformine faranno da splendida cornice all’autore di Marajà, Vinicio Capossela, sensibile e da sempre vicino agli ultimi, ai diseredati, ai profughi, come testimonia la meravigliosa S.s. dei naufragati, porteranno sui maxischermi del festival il loro cortometraggio, primo Step del progetto.

Anche in occasione di questo 7 Agosto una nuova performance esilarante per far riflettere con apparente leggerezza, una cifra stilistica marchio di fabbrica delle nostre Fiamma Negri e Giusi Salis che le accompagnerà anche nella piéce teatrale cheda Dicembre porteranno sui palchi, nelle fabbriche, nelle scuole di tutto il paese.

Il corto sarà preceduto da un incontro a tema condotto da Fiamma Negri, Giusi Salis e Raffaele Crocco (Direttore Atlante delle Guerre e dei Conflitti)

Con i partner

Federico Gasperini, LEGAMBIENTE Toscana

Maurizio Brotini, CGIL Toscana

Domenico Villano, FONDAZIONE BANCA ETICA

Gianluca Mengozzi, ARCI Toscana

Festambiente è in Via della Riforma, 58100 Enaoli, Grossetto.

Tutte le informazioni su http://www.festambiente.it !!!

 


Lascia un commento

Rossella che non capì la ‘ndrangheta

Da “Republica”, blog “Mafie”, un’idea di Attilio Bolzoni

Fine anni ‘70, una storia che ci porta in un mondo oscuro che fa paura: una ragazza nata a Firenze e un ragazzo nato in Calabria. Per noi è come una calamita, dobbiamo sapere, dobbiamo raccontare.
“Ultimo domicilio: sconosciuto” è il nostro spettacolo, che ha debuttato nel 2013, ispirato all’amore e ai silenzi in terra di ‘ndrangheta. Oggi il gruppo di lavoro si è ampliato e, con lo sceneggiatore Simone Corami, continuiamo a ricercare e scrivere: una serie tv, “La Santa”, il livello più alto e segreto della ‘ndrangheta.

segue