fa.r.m.

Laboratori 2020/21

Festa e workshop gratuito il 14 ottobre a NEWSTAZ

TEATRO:
TECNICA DELL’ATTORE E STUDIO DEL PERSONAGGIO, TRAINING FISICO E
VOCALE, DRAMMATURGIA
insegnante: Fiamma Negri
Il laboratorio prevede un percorso di formazione sulle tecniche dell’attore attraverso il metodo dell’improvvisazione teatrale vista come training, studio per la costruzione del personaggio, per una migliore definizione del testo.
Il percorso prevede sessioni di training fisico e vocale
Durante le lezioni vengono affrontate varie fasi:
riscaldamento collettivo volto a rafforzare il gruppo e a stimolare l’attenzione
esercizi individuali in cui si mette alla prova la creatività e il rapporto con le emozioni
esercizi eseguiti a coppie o a piccoli gruppi in cui si lavora sull’ascolto e l’integrazione
– la costruzione delle storie e specificamente sulla struttura.
A partire dalla tecnica di costruzione “all’improvviso” di spettacoli teatrali l’allievo/attore viene introdotto allo studio della scrittura teatrale: Il programma dei corsi avanzati si concentra sulla definizione dei personaggi e sulla scrittura di un testo.
Sono previsti alcuni stage di approfondimento, scambi di lavoro fra i vari gruppi, momenti collettivi e due spettacoli: uno a metà del percorso, uno a fine anno.
Il laboratorio è rivolto a tutti, anche per gli attori (o comunque allievi con precedenti esperienze) è necessario frequentare il primo anno perché il metodo richiede l’apprendimento di tecniche particolari; dopo una prima fase, per gli attori, possiamo poi valutare l’inserimento in corsi più avanzati
Colloquio prima dell’ammissione al 1°anno.

Il corso ha durata annuale, da ottobre a giugno, lezioni settimanale

SCRITTURA:
ANALISI DEI TESTI, ELEMENTI DELLA NARRAZIONE, EDITING
insegnante: Giusi Salis
L’ascolto attivo e l’approccio collaborativo nella conduzione dei laboratori facilitano il confronto, la rivisitazione artistica di episodi topici, la riflessione e la valorizzazione delle proprie esperienze per strutturarle in narrativa e/o scrittura autobiografica. Attraverso questi strumenti il
laboratorio prevede un percorso di formazione di tre anni sulle tecniche di scrittura.
Durante il corso saranno affrontati vari argomenti:
Primo anno: il racconto autobiografico come pretesto per approcciare le tecniche narrative di base (il punto di vista, la voce narrante, le descrizioni, il “progetto del racconto”, etc) anche attraverso l’analisi dei testi.
Secondo anno: il dato autobiografico come spunto per l’invenzione di storie. Focus su “montaggio” e ritmo del racconto, elementi dello stile, fasi di scrittura e riscrittura con cenni sulle tecniche di editing.
Terzo anno: focus sul linguaggio come metodo di costruzione del personaggio (personaggio è anche l’ambiente all’interno del quale si svolgono le nostre storie) e quindi come elemento fondamentale nella costruzione delle storie.
A partire dalla memoria di sé e dai temi dell’autobiografia l’allievo viene introdotto allo studio della scrittura. Il programma dei corsi del secondo e terzo anno si concentra sulle tecniche più complesse e sulla definizione dei personaggi.
Il percorso formativo può essere indirizzato sia alla narrativa pura che alla scrittura teatrale.

Il corso ha durata annuale, da ottobre a giugno, lezioni settimanali